Racconti

Poesia e Perdita

24 Dic

“Un’altra poesia dirai tu… e invece sono preghiere. Come tutto quello che scrivo del resto”

Ingeborg Bachmann era la mia vicina di casa. Avevo sei anni quando venne ad abitare a Roma in via Giulia. La tedesca – mio padre la chiamava così- abitava come noi all’ultimo piano. Le sue finestre davano sul Lungotevere, le nostre su strada. Non mi era possibile spiarla. Tra le nostre porte d’ingresso c’era un lungo ballatoio inaccessibile per dei lavori in corso. 

 » Leggi ancora: Poesia e Perdita  »